21

RICONOSCIMENTO, CLASSIFICAZIONE BOTANICA E RACCOLTA DI ERBE SPONTANEE

L’«erborizzazione» sarà guidata dal Professor Mattia BENCIVENGA, per oltre 40 anni professore ordinario (oggi in congedo) di Botanica sistematica e Botanica generale della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Perugia.

Umbro, di Montefranco, nella sua carriera accademica ha sempre rivolto particolare attenzione allo studio della flora spontanea della zona dell’Appennino centrale, con una predilezione per il Monte Terminillo sulle cui specie endemiche ha curato diverse pubblicazioni, provando a diffondere la possibilità di metterle in coltivazione in modo da creare una fonte di reddito alternativo per la fragile agricoltura montana. Altro suo campo di studi è stato quella della messa in coltivazione del tartufo, divenendo uno dei riferimenti in Europa per le tecniche di micorizzazione, l’individuazione dei terreni vocati alla moderna tartuficoltura, le migliori tecniche agronomiche necessarie per avviare un impianto.

13

La giornata si svolgerà attraverso una passeggiata che inizierà tra i prati della Piana Reatina (appuntamento ore 9.30 al Centro Appenninico del Terminillo, via Comunali 43) per individuare, riconoscere e raccogliere le piante spontanee di interesse gastronomico, officinale o medicinale che si incontreranno sul cammino.

Quindi ci si sposterà a Pian de Rosce per iniziare a prendere confidenza con la flora spontanea del medio Appennino prima di salire al Terminillo per raggiungere la Foresteria del Centro Appenninico a Colle Scampetti, dove la giornata proseguirà con un pranzo preparato da Tularù che avrà come ingrediente principale le erbe raccolte durante la passeggiata di istruzione. Dopo pranzo chi avrà voglia e forza potrà visitare la centenaria faggeta che circonda la struttura e che da oltre mezzo secolo è oggetto di studi per botanici di mezzo mondo e proseguire la ricerca delle erbe spontanee di alta montagna che crescono sui gradoni che accolgono i pascoli di proprietà dell’Università di Perugia.

43

La partecipazione alla passeggiata è gratuita, per il pranzo è richiesto un contributo di 15 euro